Addolcitori

Le acque ad elevate durezza sono incrostanti e sono causa, in particolar modo alle elevate temperature, di depositi di carbonati di calcio e magnesio, che possono andare a creare ostruzioni ed incrostazioni nelle tubazioni e sulle pareti delle apparecchiature. Inoltre la durezza dell’acqua è anche in parte responsabile del cattivo sapore che può assumere l’acqua potabile. Gli addolcitori della serie H2OME, disponibili nelle versioni cabin, pratic, resin, resin pro, resin duo, consentono di diminuire il grado di durezza dell’acqua. L’addolcimento avviene per scambio ionico tra le resine cationiche presenti nel prodotto e l’acqua da trattare; in particolare le resine trattengono gli ioni calcio e magnesio, rilasciando gli ioni sodio, che formano sali più solubili. La salinità totale dell’acqua non cambia, ma viene diminuita la sua durezza.

Le fasi operative del processo di addolcimento sono:

  • funzionamento in esercizio;
  • funzionamento in rigenerazione;
  • lavaggio in controcorrente    
  • lavaggio finale

Gli addolcitori della serie H2OME sono composti da: contenitore resine, tino sale, valvola di miscelazione automatica e possono essere regolati manualmente o in maniera automatica con rigenerazione a tempo e/o a volume. La valvola di miscelazione automatica, presente negli addolcitori H2OME, è in grado di ottimizzare le resa ciclica, riducendo il consumo di sale e di acqua durante il ciclo di rigenerazione. Il ciclo è gestito elettronicamente, eseguendo in automatico le quattro fasi di lavoro. Il tempo massimo di rigenerazione è garantito al di sotto di quattro giorni come da indicazioni normative (DM 443/90). La valvola è programmabile per effettuare la rigenerazione prendendo come riferimento sia il volume di acqua trattata che il tempo di utilizzo dell’apparecchiatura. La dotazione di serie comprende il sistema di disinfezione delle resine e il sistema di allarme visivo e acustico per il rifornimento del sale per la rigenerazione. Il sistema di sicurezza contro la tracimazione di acqua dal tino sale è assicurato da un sistema valvola-galleggiante. Gli addolcitori H2OME sono dotati anche di by-pass di miscelazione che permette di regolare la durezza dell’acqua in uscita in modo da ottenere il valore desiderato.

Utilizzando la Tabella Scelta Volume Resina è possibile individuare il volume di resina richiesto per l’abbattimento di una specifica durezza in relazione al consumo idrico giornaliero.
In caso di acqua con alto contenuto di sodio ed elevata durezza occorrerà verificare con il nostro ufficio tecnico la soluzione impiantistica da adottare al fine di rientrare nei limiti stabiliti dalla normativa vigente, in particolar modo per quel che riguarda il limite massimo di sodio disciolto.

 

 


Dati Tecnici
Massima Pressione di esercizio:
•     7  bar ;
Minima Pressione di alimento:
•     1,5  bar ;
Portata max.:
•     3 m³/h - 5,6 m³/h - 16 m³/h
Volume resine:
•     da 8 a 500 litri
Temperatura dell’acqua da trattare:
•     min. 2 max. 40°C
Tensione di Alimentazione:
•     230 Vac – 50 Hz
Assorbimento max. di potenza:
•     da 5 a 10 W
Cloro libero:
•     max. 0,5 ppm
Concentrazione Ferro:
•     max. 0,1 ppm

Valvola

Valvola automatica con 4 fasi operative:
1) Esercizio
2) Controlavaggio, rigenerazione, lavaggio lento
3) Lavaggio Rapido
4) Lavaggio lento finale e reintegro salamoia
Dotata di:

  • By-Pass automatico durante le fasi di rigenerazione
  • Miscelatore per la regolazione della durezza minima
  • Allarme automatico segnalazione mancanza sale
  • Tasto per forzare la rigenerazione
  • Ripristino livello acqua salamoia: automatico a tempo
  • Display LCD retroilluminato
  • Tasti per la programmazione e visualizzazione dei dati.
 
Utilizzando la Tabella Scelta Volume Resina è possibile individuare il volume di resina richiesto per l’abbattimento di una specifica durezza in relazione al consumo idrico giornaliero.
In caso di acqua con alto contenuto di sodio ed elevata durezza occorrerà verificare con il nostro ufficio tecnico la soluzione impiantistica da adottare al fine di rientrare nei limiti stabiliti dalla normativa vigente, in particolar modo per quel che riguarda il limite massimo di sodio disciolto.
 

Esempio 1: Utenza costituita da 1 alloggio servito da un’acqua in ingresso con durezza 40 °F, consumo idrico giornaliero circa 800lt: per ottenere un’acqua con durezza residua di 20 °F  sarà necessario un addolcitore con un volume minimo di resina pari a 14lt.
Esempio 2: Utenza costituta da 30 persone servita da un’acqua in ingresso con durezza 50°F, consumo idrico giornaliero circa 5000lt: per ottenere un’acqua con durezza residua di 15°F sarà necessario un addolcitore con un volume minimo di resina pari a 116lt.
In base al volume minimo di resina individuato sarà possibile scegliere il prodotto.

Disposizioni di legge
Gli addolcitori della serie H2OME sono prodotti in conformità al D.M. n. 443/90, sono dotati di:
  • Valvola di Miscelazione Automatica, che permette di programmare il funzionamento dell’addolcitore in modo da ottenere il grado di durezza desiderato
  • Rigenerazione automatica al massimo ogni 4 giorni (obbligatoria per legge)
  • Dispositivo di autodisinfezione, che in automatico, ad ogni ciclo di rigenerazione, effettua la disinfezione delle resine.
  • Dispositivo automatico di segnalazione mancanza sale
Per gli impianti di produzione acqua calda sanitaria, con durezza temporanea maggiore di 25 °F, la legge 46/90 e relative norme UNI 8065 prescrivono obbligatoriamente il trattamento dell’acqua con sistema di addolcimento.